Quanto costa realizzare un sito internet?

Ovvero un aiuto a considerare con obbiettività quanto investire per realizzare il proprio sito.

 

“Chi realizza siti internet ha pretese economiche assurde o fuori misura”.

È una affermazione che ho sentito fare spesso da persone e clienti che in qualche modo hanno avuto a che fare con la realizzazione del loro sito web. Certo la parcella di un professionista non è una spesa da sottovalutare, tanto meno quella di uno studio professionale; e sono consapevole che, per una piccola realtà commerciale, un investimento di alcune migliaia di euro non è da prendere a cuor leggero.

Ciononostante, non ho mai condiviso pienamente queste considerazioni ritenendole un errore di valutazione. Non solo perché conosco bene la complessità dei servizi che spesso vengono erogati per la realizzazione di un sito, ma anche perché ho spesso constatato che il costo non viene correttamente valutato in sulla base del possibilità “guadagnate”. Ma proviamo ad andare per ordine.

Cosa compro quando acquisto la realizzazione di un sito web.

Nella maggior parte dei casi, e non considerando eventuali venditori truffaldini, quando affidiamo ad un professionista la realizzazione del nostro sito web non acquistiamo solo un prodotto, ma un servizio molto più articolato e corposo.

Innanzitutto, una prima fasi di analisi, spesso approfondita e complessa, che deve valutare non solo le richieste di chi acquista ma anche le possibilità (non solo finanziarie), l’organizzazione aziendale, le necessità commerciali e i desiderata a livello di marketing.

Poi una pianificazione tecnica tesa a produrre un risultato adeguato nei tempi utili.

E infine una serie di materiali (elementi di produzione) e di relative lavorazioni di adattamento i cui costi possono essere estremamente variabili.

In molti diranno “eh si ma esistono sistemi gratuiti, risorse on line gratis” e così via. E’ vero, alcune cose sono “gratuite”, ma la tecnica necessaria a padroneggiarle non è trascurabile ed è il risultato spesso di anni di studio e una montagna di soldi investiti in formazione.

Questo, in sintesi, per dire che quando un professionista investe sulle nostre necessità giorni di lavoro e risorse economiche, spende tempo per analizzare, risolvere e pianificare una nostra attività, investe una cifra notevole di cui dobbiamo tenere conto.  Al netto poi del costo del lavoro dei nostri giorni.

Perché secondo me un sito ha, in generale, un costo relativamente basso.

Ecco, qui secondo me andiamo incontro proprio ad un controsenso, ad un problema di percezione: se andiamo da un medico non abbiamo difficoltà  a pagare centinaia di euro per avere un incontro di 50 minuti. Eppure, se “acquistiamo” 5 o 10 giorni di lavoro di un professionista la cosa sembra esagerata.

Il  costo sembra così elevato per via di una “mancanza” di chi acquista: spesso chi arriva alla realizzazione del proprio sito non ha ben chiaro che con esso acquista una enorme possibilità economica: la possibilità di espandere il proprio business, di farlo scalare rapidamente con nuovi clienti e in posti altrimenti irraggiungibili. Investe del denaro in uno strumento che gli mette a disposizione “armi” che fino a pochi anni fa erano appannaggio di industrie e aziende milionarie. Ma per poterle apprezzare bisogna prima averne coscienza.

Un sito ben progettato, realizzato con in mente un piano di business ben preciso e supportato da da un impegno costante che non si esaurisce ma bensì inizia con con la sua realizzazione, mette nelle mani di un acquirente uno strumento capace di sovvertire qualsiasi legge di mercato e di proiettarlo, nei casi più fortunati, in ambiti prima irraggiungibili.  

Quindi quanto costa realizzare un sito

Molto, soprattutto se ci affidiamo a professionisti seri e scrupolosi. Soprattutto se desideriamo che venga realizzato al meglio e che magari si adatti a personalizzazioni e automazioni non consuete.

Visto che comunque di cifre parliamo, io direi che si può andare dai 300/800 euro di un sito mono pagina ai 1000/2500 euro per un sito più organizzato e strutturato, con diverse pagine e magari una base di ottimizzazione SEO fino a i 3000/indefinito per un sito che abbia funzionalità e caratteristiche personali.

Ma dobbiamo renderci conto che la realizzazione è solo il primo passo e che senza una strategia adeguata sarà una spesa pressoché inutile, anzi controproducente: si perché’ uno strumento così potente sottrae energie e richiede attenzioni che inevitabilmente dovremo distogliere da altri ambiti.

In definitiva, quando e se mai deciderete di approcciare ad uno studio per la realizzazione di un Vostro sito, fatelo in maniera consapevole. Cercate di scrivere prima quali sono i vostri obiettivi e quali le vostre possibilità non solo economiche ma in termini di “effort” nel tempo. E soprattutto non imitate aziende che contano 10 o 100 se non 1000 volte le risorse che avete voi.

Nella mia carriera ho fatto molti  siti, e non conto più le volte in cui mi è stata chiesta una rubrica per le news o una sezioni di “aggiornamenti in tempo reale” che poi inevitabilmente e’ rimasta ferma a notizie di 5 anni prima. O sezioni di blog a 20 categorie mai pubblicate.

Fatevi un favore, selezionate attentamente una o due “feature” su cui puntare e fatele plasmare sulle Vostre esigenze. E poi valutate i dati di ritorno. Tanto. E poi valutate ancora i dati. Analizzate e scoprirete che in potenza qualche migliaia di euro di investimento possono cambiare il Vostro lavoro in maniera anche radicale con un tempo incredibilmente breve.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi